Molte persone credono che avere una capacità visiva di 10/10 corrisponda ad avere una visione “perfetta” o “normale”.

L’acuità visiva è la misura della nostra capacità di discriminare i dettagli più fini in una scala decrescente di immagini, che possono essere numeri, lettere o segni, ad una distanza predefinita.

Non sempre però avere 10/10 vuol dire vedere bene.

L’abilità visiva non dipende esclusivamente dalla capacità di discriminare un oggetto molto piccolo a distanza di molti metri, ma dipende in realtà, da una sinergia di fattori che se non lavorano in maniera armonica possono creare alterazioni nella funzione visiva binoculare- ossia l’abilità di fondere le immagini che arrivano al cervello dai due occhi.

Questo elemento è fondamentale sopratutto nei bambini, che stanno sviluppando e affinando le loro capacità percettive.

Infatti capita sovente che molti disturbi accusati dai bambini, sopratutto nella prima età scolare (in prima e seconda elementare), come per esempio mal di testa, occhi arrossati, o atteggiamenti riferiti dai genitori come la postura scorretta mentre scrivono o guardano la TV, possono dipendere da anomalie del sistema binoculare.

E’ comune in questi casi riscontrare una buona acuità visiva in tutti e due gli occhi, ma uno strabismo latente che tende a manifestarsi durante lo svolgimento della visita, quando il bambino inizia a stancarsi.

Tale anomalia se non corretta per tempo può portare con il passare degli anni un vero e proprio problema.

Un sintomo meno “oculistico” che può invece indicare la presenza di un difetto della visone binoculare, e può far deviare l’attenzione su altri aspetti della vista del bambino è per esempio il comportamento. Le maestre lamentano distrazione, svogliatezza e irregolarità nello scrivere, il bambino è irrequieto e tende a non prestare troppa attenzione ai compiti assegnati, i genitori iniziano ad affrontare il problema ma spesso senza gli strumenti necessari.

E’ per questi fattori che è essenziale programmare, prima di affrontare un momento importante come un nuovo anno scolastico, una vista oculista ed una visita ortottica  per i nostri bambini, per poter affermare con certezza:

Ci vedo bene me l’ha detto l’ortottista!


No comments so far.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Website Field Is Optional.

COMMENTCOMMENT
Your NameYour Name
EmailEmail
WEBSITEWEBSITE